Creare un forum con Discourse, l’alternativa moderna a phpBB

Se anche voi, come me, avete passato gran parte dei primi anni Duemila a frequentare forum su Internet, ricorderete sicuramente come erano fatte quelle “bacheche” virtuali, che erano uno straordinario strumento di informazione, confronto, discussione e anche di ferocissimi litigi.

Buona parte di quei forum era fatta usando script PHP, come ad esempio phpBB, SMF, vBulletin, per citarne solo alcuni, ed avevano un layout e una UX (User eXperience) molto simile tra loro. Possiamo dire che software come phpBB e vBullettin rappresentavano all’epoca una specie di standard per questo tipo di piattaforme.

Sebbene ancora molto diffusi e utilizzati, quei software stanno via via venendo soppiantati da alternative più moderne, soprattutto più mobile freindly o mobile native. Tra queste alternative spiccano sicuramente Discourse e nodeBB, due software per forum realizzati rispettivamente con Ruby e JavaScript. Sebbene molto promettente e soprattutto più “leggero” in termini di requisiti computazionali, nodeBB è ancora a mio avviso piuttosto acerbo, mentre Discourse sta rapidamente diventando uno dei software più usati nella sua categoria, tanto da essere usato come soluzione per i classici community forum, per realizzare siti di knowledge base aziendali, wiki e addirittura sistemi per il supporto clienti.

Installazione

A differenza della maggior parte delle applicazioni fatte in PHP, che si installano con una certa facilità e il cui requisito più comune è essenzialmente l’accesso ad un database MySQL (o MariaDB), l’installazione di Discourse è un po’ più complessa perché si tratta di un’applicazione realizzata col framework Ruby on Rails il cui deployment non è affatto banale. Per ovviare a questa difficoltà intrinseca, gli sviluppatori del software hanno realizzato un installer automatizzato che si occupa del setup dell’intero ambiente di esecuzione dell’applicazione sfruttando il gestore di container Docker.

Se avete un vostro server Linux (fisico o virtuale, a casa vostra o in cloud), potete installare Discourse in pochi minuti seguendo la guida ufficiale. Prima di procedere, assicuratevi di rispettare i requisiti minimi e di avere accesso ad un account di posta elettronica tramite il quale il forum invierà le sue email. In caso di problemi con la posta, consultate questa pagina per risolvere gli inconvenienti più comuni.

Al termine della procedura di installazione, non vi resterà che accedere alla URL sulla quale avete pubblicato il sito per procedere con la configurazione guidata, molto semplice e tradotta anche in italiano.

Per quanto concerne la gestione post installazione, potete consultare questa guida rapida che dovrebbe darvi le informazioni essenziali per iniziare.

Come lo uso

Discourse è un software pensato per gestire community di dimensioni medio/grandi, quindi magari non è la soluzione più adatta a piccoli forum con pochi partecipanti e poche interazioni. Ad oggi mi occupo essenzialmente della gestione del forum dell’azienda per la quale lavoro, ma il progetto che più mi preme realizzare è quello relativo alla costruzione di una community che consenta agli abitanti della mia città di origine di confrontarsi on line, favorendo socializzazione e scambi di idee.